Prossimi Concerti / Eventi:    
    No Eventi

By

Network europeo per la promozione
della musica contemporanea

www.project.ulysses-network.eu
www.ulysses-network.eu

 

ulysses_network_transparent

 

ll network Ulysses riunisce 13 istituzioni europee dedite a promuovere e diffondere la musica contemporanea, stimolare la creatività dei giovani compositori, favorire la circolazione delle opere, degli autori e degli esecutori.

I partner del network:
Ircam – Institut de recherche et coordination acoustique/musique, Francia
Aldeburgh Music, Gran Bretagna
Estonian Philharmonic Chamber Choir (EPCC), Estonia
Divertimento Ensemble, Italia
Festival Flagey, Belgio
Gaudeamus Muziekweek, Olanda
IEMA – Internationale Ensemble Modern Akademie, Germania
Opus XXI / HfMT, Germania
Impuls, Austria
Internationales Musikinstitut Darmstadt (IMD), Germania
Fondation Royaumont, Francia
Time of Music, Finlandia
Ultima Festival, Norvegia

Ulysses è supportato dal programma europeo Creative Europe.
Coordina il progetto l’IRCAM di Parigi.

IL QUADRIENNIO 2012-2016
Nel primo quadriennio (2012-2016) Divertimento Ensemble ha condiviso con il network quattro propri progetti musicali, realizzati in Italia e replicati in diverse sedi europee:

  • Giocare la Musica – Due partiture di Daniele Ghisi e Federico Gardella per ensemble e bambini “non musicisti” sono state commissionate da Divertimento Ensemble, eseguite nella stagione Rondò 2012 e replicate con bambini e ensemble belgi presso il Festival Flagey di Bruxelles nel 2013;
  • Incontri Donatoni – Tre partiture di Maurizio Azzan, Daniela Terranova e Huck Hodge per danzatori, ensemble ed elettronica – commissionate da Divertimento Ensemble all’interno degli Incontri Internazionali per giovani compositori “Franco Donatoni 2014” – sono state realizzate nella stagione Rondò 2014 e replicate lo stesso anno presso il Festival Time of Music (Finlandia) e presso il Budapest Music Center;
  • Feeding Music – Dopo l’esecuzione a Expo-Milano 2015, quattro partiture tra le 50 vincitrici del concorso internazionale Nutrire la Musica sono state selezionate da Peter Eötvös per una replica al Budapest Music Center ad opera di Divertimento Ensemble; i quattro compositori: Matej Bonin, Stefano Bulfon, Elvira Garyfzianova, Antonin Servière;
  • An Experiment With Time, reloaded: il progetto audio/video di Daniele Ghisi, commissionato da Divertimento Ensemble e IRCAM Centre Pompidou, ha avuto la sua prima assoluta a Milano nel 2015 (sia in versione installazione che in versione concerto) ed è stato replicato nello stesso anno al Centre Pompidou di Parigi.

Nello stesso quadriennio Divertimento Ensemble ha partecipato a quattro progetti musicali di altri partner del network:

  • Residenza estiva in Lettonia – Divertimento Ensemble è stato ensemble in residence durante un workshop internazionale per compositori (2014)
  • Out At Sea – Chamber Opera Workshop with Péter Eötvös – Replica a Milano, nella stagione Rondò 2014, di Out at Sea, opera da camera realizzata da diversi giovani compositori di varie nazionalità durante un workshop con Péter Eötvös;
  • Giocare la Musica – Replica a Milano (Rondò 2015), ad opera di Divertimento Ensemble e dei bambini del laboratorio Giocare la Musica, di due composizioni di Hanne Deneire e Karl Naegelen per ensemble e gruppi di bambini, commissionate e realizzate l’anno precedente al Festival Flagey di Bruxelles;
  • Musica per film – Replica a Milano (Rondò 2016) ad opera di Divertimento Ensemble del film Maudite soit la guerre, con musiche originali di Artur Akshelyan e Miguel Farìas, commissionate ed eseguite al Festival Flagey di Bruxelles l’anno precedente.

 

IL QUADRIENNIO 2016-2020
Il secondo quadriennio del network Ulysses si articola in cinque principali attività:

Ulysses-Journeys
Ogni anno alcuni giovani compositori, direttori d’orchestra, strumentisti e cantanti possono partecipare gratuitamente a diverse attività didattiche e performative (corsi,workshop, masterclass) dei partner del network, realizzando un “viaggio di formazione” sul modello di quelli intrapresi dai grandi artisti del XVIII secolo, facendo tesoro della diversità artistica e sociale che caratterizza i Paesi europei. Anche l’Ulysses-Ensemble, che verrà formato ogni anno attraverso una selezione, compirà un “viaggio di formazione” lavorando con celebri direttori d’orchestra ed esibendosi presso diversi festival del network.

Commissioni
Ulysses commissionerà tutti gli anni nuove composizioni ad alcuni giovani compositori selezionati dal comitato artistico del network.

Audience Building
La musica contemporanea, come e più della musica classica, si pone l’interrogativo di quali vie vadano seguite per ampliare e diversificare il proprio pubblico. Mantenere e rafforzare il pubblico esistente e raggiungere un pubblico nuovo (facendo i conti con le barriere psicologiche, culturali, sociali, e fisiche) è un lavoro lungo e non semplice: tutti i partner di Ulysses seguono un percorso di avvicinamento, spiegazione e partecipazione e condividono i risultati delle loro esperienze durante momenti comuni di approfondimento.

Knowledge Transfer raccoglie alcuni argomenti o attività che investono la musica contemporanea nella sua produzione, trasmissione ed inserimento nel contesto musicale e sociale: il rapporto tra compositore ed esecutore, i criteri di una buona programmazione artistica, l’importanza di una conoscenza storica della prassi esecutiva, una riflessione sulle modalità dell’insegnamento, le strategie di condivisione di materiali musicali, il rapporto con le altre arti e con i media, la ricerca artistica come mediazione tra arte e scienza.
Le attività interne al network, nel loro svolgersi, rifletteranno su questi punti, offrendo e richiedendo ai giovani musicisti una maggiore consapevolezza su aspetti meno evidenti, ma fondamentali, della pratica e della professione musicale.

Audience Research – Questa attività mira ad analizzare e comprendere diversi aspetti della fruizione dei concerti di musica contemporanea da parte del pubblico: perché si sceglie (o non si sceglie) di andare a un concerto di musica contemporanea? Esiste un ascoltatore esperto? Quali elementi inducono un “neofita” a tornare (o a non tornare) al successivo concerto?

Una ricercatrice dell’Università di Amburgo farà un’indagine presso i partner di Ulysses e presso il pubblico dei concerti, studiando le diverse forme di spettacolo, la programmazione artistica, la specificità delle sedi, le attività di audience building, la forma in cui la musica contemporanea viene porta al pubblico e le modalità in cui il pubblico la recepisce.

 

cepiccolosito